Menu di navigazione

Notizie

Esplora contenuti correlati

28 Aprile 2020 - Sa die de sa Sardigna

FB IMG 1588083541208

Il 28 Aprile si celebra "Sa Die de sa Sardigna", il Giorno della Sardegna, la festa del popolo sardo. 
Riconosciuta dal Consiglio Regionale il 14 settembre 1993, la giornata vuole ricordare gli eventi storici del “triennio rivoluzionario sardo” 1794-96 che presero vita dall'insurrezione popolare del 28 Aprile 1794 che costrinse alla fuga da Cagliari il viceré Balbiano e centinaia di funzionari sabaudi, in seguito al rifiuto del governo piemontese di soddisfare le richieste dell'allora Regno di Sardegna di riservare ai sardi le cariche pubbliche, un Consiglio di Stato a Cagliari, vicino alla sede del viceré, e l'istituzione a Torino di un Ministero per gli affari della Sardegna.
Incoraggiati dalle vicende cagliaritane, le popolazioni di Sassari e Alghero fecero altrettanto, coinvolgendo poi i paesi del Capo di Sopra (fra cui anche Ploaghe) e del resto dell’Isola, su invito diretto di Giovanni Maria Angioy, l'Alternos, alto magistrato e funzionario del Regno di Sardegna, poi ribelle ai Savoia, considerato il più grande rivoluzionario sardo dell'autonomismo ed indipendentismo isolano.
L'Amministrazione Comunale di Ploaghe ritiene doveroso, in questo giorno, ricordare quell'importante periodo di unione e comunione di intenti dei sardi, affinchè la memoria storica non vada dispersa e con essa la consapevolezza del patrimonio unico della storia, cultura e lingua sarda.
Bona Die de sa Sardigna a totas e totus.

torna all'inizio del contenuto